Comitato Pro San Pietro



Il Comitato Pro San Pietro è stato concepito nell’anno 1997 da un’idea del Sig. Mario Fioretto, Presidente dello stesso fino a gennaio 2006 quando ha passato il testimone al Sig. Elvio Carli.

 

Il nostro comitato si prefigge di aver cura della Chiesa di S. Pietro, posta sulla cima dell’omonimo colle.

Questa chiesa fu eretta nel XIII secolo e fu dedicata in particolare ai SS. Pietro e Paolo che si possono ammirare sull’altare maggiore datato 1762.
Ai lati dello stesso,  si possono osservare gli altari dedicati a 
S. Sebastiano (lato destro) e a Sant’Eurosia (lato sinistro).

 

Il Comitato Pro San Piero ha preso le redini in mano per recuperare un decennio di abbandono totale del colle, precedentemente curato con tanto amore ed immenso rispetto dai fratelli Brazzale.

 

L'amore per le tradizioni e per le nostre radici, il rispetto per un così bell’ambiente e la fede semplice e schietta hanno dato la spinta ai volontari delle contrade di Mare, Bernardi, Vesene, Sarollo, Bosco, Casetta e Sanpierotti per riportare agli antichi splendori  questo meraviglioso luogo.

 

I nostri volontari hanno recuperato i campi dimenticati che erano stati invasi da rovi e visoni, hanno messo a dimora circa 1700 alberi boschivi tipici del nostro territorio. E non solo.

Operiamo costantemente , a titolo gratuito, i seguenti lavori:

  • La pulizia del prato adiacente alla chiesa;

  • La pulizia e la manutenzione della strada e dei sentieri che conducono al monte;

  • La pulizia della chiesa in occasione di matrimoni e in varie altre ricorrenze, di cui citiamo solo le principali: la festività di S. Sebastiano (20 Gennaio) e dei SS. Pietro e Paolo (29 Giugno).

 

Lo scopo prinicipale del nostro gruppo non è la sola valorizzazione e cura di questi meravigliosi luoghi: il Comitato Pro San Pietro desidera soprattutto trasmettere l’amore per le tradizioni alle generazioni future.

 

Tutte le offerte ricavate dal nostro operato e dalle nostre iniziative sono interamente destinate a questo luogo e a questa chiesa, in segno di devozione.

 

Ci auguriamo di cuore che possiate apprezzare presto la bellezza e la serenità che questo territorio  infonde nei cuori. Non c'è cura migliore per l'anima.


Nel nostro sito troverete alcune immagini dei lavori svolti e l’interno della chiesa, con la storia dei santi e il commento tecnico della restauratrice Fiorella Soffini sui restauri eseguiti.